name=gpcc6-01 Centro Italia Cina » Un’unica Chiesa, un’unica voce

Un’unica Chiesa, un’unica voce

2013urbaniana

Mons. Savio Han

La “VI Giornata di preghiera per la Chiesa in Cina”

Maggio è un mese mariano. I fedeli di tutta la Chiesa celebrano in vari modi questo momento per esprimere i loro sentimenti di onore per la Mamma celeste.
Nel 2007 il papa Benedetto XVI invitò tutta la Chiesa a pregare per la Cina nella data del 24 maggio, perché la Chiesa in Cina possa riconciliarsi, vivere in comunione e godere di una vera e piena libertà.
Dal 2008 la comunità cattolica cinese in Italia celebra questa giornata in varie città: Roma , Napoli, Macerata , Rimini e Prato. Quest’anno è tornata a celebrarla a Roma. Il 26 maggio attorno alle 8 di mattina, diverse comunità cattoliche cinesi e amici italiani hanno iniziato ad arrivare al Collegio Urbano. I seminaristi erano già pronti ad accogliere gli amici venuti per questa giornata, rispondendo alle loro richieste e guidando i fedeli in chiesa a prepararsi alla solenne celebrazione. Questo ci ha lasciato una viva impressione.
Alle 9,30, la Santa Messa celebrata dal vescovo Han in due lingue, cinese e italiano, simbolo di tutti i fedeli che pregano insieme per la Cina. Nell’omelia il vescovo ha parlato particolarmente della comunione fra le Tre Persone nell’Unico Dio. Comunione di cui ha bisogno anche la Chiesa cattolica in Cina: soltanto vivendo la comunione in Dio, la Chiesa cattolica in Cina può realizzare il sogno della riconciliazione dei diversi gruppi e godere della libertà.
Dopo la messa il vescovo Han ha guidato tutti fedeli in piazza san Pietro per ricevere il saluto particolare di Papa Francesco. Terminato l’”Angelus”, siamo tornati al Collegio Urbano per il pranzo.
La giornata si è conclusa con lo scatto di una fotografia di tutta la comunità cattolica cinese in Italia.

2013grupporn

Il gruppo venuto da Rimini

La VI giornata di preghiera per la Cina è terminata, ma la preghiera per la Chiesa in Cina non deve cessare mai! Perché solo per mezzo della preghiera la Chiesa in Cina potrà realizzare il sogno della riconciliazione e della libertà.